Bonus Casa 2023

Anche quest’anno sono previsti numerosi Bonus Casa al fine di incentivare la riqualificazione edilizia, l’adeguamento energetico e per aiutare i cittadini in difficoltà economica.

Sono state rivisitate alcune agevolazioni già in vigore ed inoltre ne sono state prorogate delle altre, attraverso la Legge di Bilancio 2023.

Nuovi Bonus

1) NUOVO BONUS ACQUISTO CASE GREEN

Grazie a questo nuovo bonusper l’acquisto di una casa green, puoi ottenere una detrazione al 50% dell’IVA entro il 31 dicembre 2023. Per ottenere l’agevolazione, gli immobili acquistati devono rientrare nelle classi energetiche A e B e devono essere comprati direttamente dal costruttore.

Il 50% dell’importo dell’IVA potrebbe essere portato in detrazione ai fini IRPEF in 10 anni.

Attraverso questo bonus, il Governo vuole venire incontro alle famiglie italiane per facilitare l’acquisto di case a basso impatto ambientale grazie al bonus case green.

2) ESENZIONE IMU CASE OCCUPATE

Novità in vigore da quest’anno. A partire dal 1° gennaio 2023, i proprietari che hanno denunciato l’inutilizzabilità e l’indisponibilità di un proprio immobile in quanto occupato abusivamente, non devono pagare l’Imposta Municipale Unica (IMU). L’esonero totale è riconosciuto, però, se gli interessati presentato una specifica denuncia all’autorità giudiziaria

Proroghe e modifiche Bonus esistenti

1)  SUPERBONUS AL 90%

Il Superbonus (la misura che incentiva l’ammodernamento e la ristrutturazione di edifici) scende di percentuale: dal 110% al 90%, per i lavori iniziati dal 1° gennaio 2023.

Per le case unifamiliari sulle quali sono stati fatti almeno il 30% dei lavori entro il 30 settembre 2022, il 110% spetta per le spese sostenute entro il 31 marzo 2023. 

Rimane invece in vigore il bonus fino al 110% per gli interventi nei Comuni colpiti da eventi sismici.

Questa agevolazione si applica agli interventi effettuati dai seguenti soggetti:

condomini, persone fisiche (con alcune eccezioni), istituti autonomi case popolari, cooperative, ONLUS, associazioni e società sportive dilettantistiche.

2) BONUS MOBILI

Ci sono delle novità anche per quanto riguarda il Bonus mobili, il quale prevede una detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici in classe A (A+ per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

In questi lavori NON sono compresi i lavori di manutenzione ordinaria su singoli appartamenti come per esempio, tinteggiatura di pareti e soffitti, sostituzione di pavimenti, sostituzione d’infissi esterni, rifacimento di intonaci interni; quelli finalizzati all’adozione di misure dirette a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi; la realizzazione di posti auto o box pertinenziali.

Il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione 2023, sarete dovuto scendere da 10.000 a 5.000 euro, ma la Legge Bilancio 2023 ha deciso di bloccarlo a 8.000 euro. 

3) BONUS RISTRUTTURAZIONI

Rinnovato fino al 2024, questo bonus permette di usufruire di una detrazione pari al 50% sulle spese sostenute per la manutenzione ordinaria e straordinaria con un limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

4) BONUS BARRIERE ARCHITETTONICHE

Questo bonus è stato prorogato fino al 2025. Si tratta della detrazione al 75% delle spese sostenute per eliminare gli ostacoli alla mobilità negli edifici (spetta anche a fronte dell’installazione di impianti di automazione tipo ascensori).

5) BONUS PRIMA CASA UNDER 36

Proroga del Bonus che comprende esenzioni e sgravi fiscali in favore di giovani acquirenti con età inferiore ai 36 anni e ISEE non superiore a 40.000 euro.

6) ECOBONUS CASA

Confermato fino al 2024 l’Ecobonus casa, l’incentivo che copre le spese per l’efficientamento energetico degli edifici (detrazione dal 50% al 65%).

7) SISMABONUS 

In vigore fino al 2024, la detrazione a fronte della messa in sicurezza degli edifici.

8) BONUS VERDE

Si tratta di una detrazione del 36% per le spese sostenute per le sistemazioni a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

9) BONUS ACQUA POTABILE

10) BONUS IDRICO (o Bonus Doccia e Rubinetti)

Si tratta di un contributo, che prevede fino a 1.000 euro di rimborso (senza limiti di ISEE) sulla spesa sostenuta per interventi di sostituzione dei vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto.

 11) BONUS AFFITTI GIOVANI

Detrazione dall’imposta lorda pari al 20% dell’ammontare del canone di locazione entro il limite massimo di 2000 euro per i primi 4 anni. Valido per i giovani di età compresa tra i 20 e i 31 anni,  con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro.

 

2023. BENCASA IMMOBILIARE MILANO. Riproduzione riservata.